Miembros de la asociación

 

Juan Pérez Andrés (Valencia, 1973) è dottore di ricerca in Filologia. Si è laureato nel 1996 in Filologia Anglo-germanica presso l’Università di Valencia, svolgendo parte dei suoi studi alla Friedrich-Alexander Universität di Erlangen-Nürnberg (Germania). Dal 1997 è insegnante negli istituti d’istruzione superiore spagnoli. Nel 2003 supera il concorso pubblico ed entra di ruolo nella scuola come professore di Lingua e Letteratura Castigliana, ricoprendo in seguito anche incarichi direttivi. Attualmente insegna nell’Istituto di Istruzione Superiore “IES Camp de Túria” (Liria, Valencia). Nel 2009 si laurea in Filologia Italiana presso l’Università di Valencia e nel 2013, dopo il Master in Formazione e Investigazione Teatrale nel Contesto Europeo all’UNED (Università Nacional di Educación a Distancia), si è dottorato con una tesi sul teatro di Marco Paolini. Juan Pérez è dal 2012 fondatore e direttore della rivista Zibaldone. Estudios italianos nonché presidente dell'Asociación Cultural Zibaldone.

 

Paolino Nappi insegna nell’Universidad Complutense di Madrid. È autore di varie pubblicazioni sulla letteratura contemporanea e il cinema, sulla storia della criminalità e delle rappresentazioni del Mezzogiorno d’Italia, sui fumetti e il graphic novel (di recente pubblicazione un suo contributo su Shoah e fumetti italiani nel Journal of Modern Jewish Studies). Nel 2015 ha pubblicato, presso l’editore Rubbegno, la monografia L’avventura del reale. Il cinema di Vittorio De Seta. Nel 2013 ha cofondato la rivista spagnola di studi italiani Zibaldone, di cui è vicedirettore, e l’omonima casa editrice, vincitrice del Premio Nazionale per la Traduzione 2018. Da alcuni anni collabora, tra l’altro, con la casa discografica Alia Vox fondata da Jordi Savall. 

 

Mª Antonia Blat Mir (Burjassot, 1969) dopo aver studiato il Diploma di Tecnico in Aziende e Attività Turistiche, ha iniziato a studiare Filologia Ispanica e si è laureata nel 1998. L'ultimo anno di carriera si completa con un soggiorno nel dipartimento spagnolo del Hogeschool Utrecht (Olanda). Dal 1999 al 2006, ha lavorato come lettrice di lingua spagnola all'Università degli Studi di Bari (Italia), e anche come esperto di lingua spagnola nel laboratorio linguistico del Politecnico di Bari (Italia). Nel 2009 si è laureata in Filologia Italiana (Premio straordinario di laurea). Quello stesso anno inizia a lavorare come professoressa associata nel dipartimento di filologia francese e italiana dell'Università di Valencia. Nel 2013 ha conseguito il titolo di Master universitario in Ricerca in Lingue e Letterature (Premio del Master Straordinario). Attualmente lavora come insegnante di spagnolo presso la Florida State University (FSU International Program) e come insegnante di italiano presso l'Università di Valencia e anche nelle Scuole di lingua ufficiali di Valencia. Continua la sua formazione accademica presso l'Università di Valencia, dove è iscritta al programma di dottorato in Lingue e Letterature, con un dottorato sull'edizione di testi manoscritti italiani e spagnoli del XVI secolo.

 

Berta González Saavedra è professoressa dell’Universidad Complutense de Madrid (Spagna) presso l’area di conoscenza di Linguistica Indoeuropea, nella facoltà di Filologia dopo essere stata come professoressa e ricercatricce all’Universidad Autónoma de Madrid (Spagna) e come ricercatricce nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Inoltre si è laureata presso l’Universidad di València in Filologia Italiana (2010).

 

Juan Francisco Reyes Montero, nato a Medina Sidonia (Spagna), è laureato in Lettere Classiche presso l'Università di Cadice, dove ha ricevuto il Premio di Laurea 2013-2014 in Lettere Classiche. Attualmente realizza il dottorato presso la medesima università e presso l'Università di Roma La Sapienza, dove si occupa di curare un'edizione critica dei commenti grammaticali che l'umanista Cristoforo Scobar compose per l'edizione italiana della grammatica dell'umanista Antonio de Nebrija. Ha tradotto, insieme ad altri compagni, per la casa editrice Point de Lunettes La tumba dello scrittore greco Palamás.

Utilizamos cookies para facilitar el uso de nuestra página web. Las cookies son pequeños ficheros de texto que su navegador almacena en el disco duro de su ordenador y que son necesarias para utilizar nuestra página web. Las utilizamos para entender mejor la manera en la que se usa nuestra página web y de esta manera poder mejorar consecuentemente el proceso de navegación. Las cookies son el referente que nos indica, por ejemplo, si una página de nuestra web ha sido vista con anterioridad, o si su visita es nueva o recurrente. Las cookies que utilizamos no almacenan datos personal alguno, ni ningún tipo de información que pueda identificarle. En caso de no querer recibir cookies, por favor configure su navegador de Internet para que las borre del disco duro de su ordenador, las bloquee o le avise en caso de instalación de las mismas.